Over Load Productions

il meglio della rete

Vuoi dimagrire? Allora è importante non saltare i pasti

Crederesti possibile che saltando i pasti si ingrassa? E’ proprio quello che emerge da uno studio menzionato di seguito.

Saltare i pasti

Rinunciare al pranzo o alla cena (ma anche, e soprattutto, alla colazione) fa più male di quanto pensiamo. A confermarlo è uno studio condotto da Rajita Sinha della Yale University e pubblicato sul “Journal of Clinical Investigation”. Secondo la ricerca, nutrirsi in modo regolare e costante (con i cibi giusti naturalmente) è fondamentale, perché, quando nel nostro corpo si verifica un calo di zuccheri, il cervello comincia a desiderare ardentemente cibo, soprattutto nelle persone con molto sovrappeso.

Se saltiamo i pasti, riduciamo i nostri rifornimenti di glucosio e quindi finiamo per perdere in modo sempre più evidente la capacità di controllare il desiderio, soprattutto verso i cibi grassi e golosi, ipercalorici, come i carboidrati da cui si ricava la maggior parte degli zuccheri.

Le proteine danno sazietà e aiutano a perdere peso.

Secondo quanto emerge da alcuni studi dell’università di Washington le proteine sono un ingrediente utilissimo per far diminuire l’appetito e aumentare il senso di sazietà.

Il successo che hanno riscontrato, in questi ultimi anni, le diete iper-proteiche è dovuto anche a questo particolare dettaglio. Le proteine, infatti, ritardano la comparsa della fame, ed inoltre contrastano la riduzione sia del meta bolismo basale che della massa magra, due controindicazioni che si verificano dopo aver fatto delle diete dimagranti.

Fonte: Nikkania

Le proteine hanno anche un importante potere termogeno, dato che la digestione delle stesse chiede un quantitativo energetico superiore al nostro corpo rispetto a carboidrati e grassi.

Di quante proteine necessitiamo ogni giorno?

La giusta dose in rapporto all’età al sesso e all’attività fisica.

Per gli adulti è di 0,83 grammi per chilogrammi di peso corporeo al giorno mentre per bambini e adolescenti il quantitativo oscilla tra lo 0,83 e l’1,31 grammi per chilogrammi di peso corporeo al giorno.Per gli adulti un consumo incluso tra 67 grammi e 114 grammi al giorno per gli uomini e tra 59 grammi e 102 grammi al giorno per le donne.

Fonte: Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare

Negli atleti il fabbisogno proteico tende ad aumentare, in maniera differente in virtù delle discipline sportive praticate.

Per sport di resistenza come lo sci alpino, o il calcio, si stima un fabbisogno di 1,2 – 1,4 g/kg corporeo, nel nuoto è di circa 1,6 g/kg corporeo, nei ginnasti 1,9 g/kg corporeo, sino ai 2,1 – 3,2 grammi per Kg di massa corporea nei body builder professionisti. Fronteggiare tali richieste diviene difficoltoso con la semplice alimentazione. È quindi frequente il ricorso ad appositi integratori che hanno l’aspetto di una polvere (simile a farina) aromatizzata con differente gusto (cacao, fragola ecc.). Gli integratori di proteine in polvere sono solubili, e vengono fatti sciogliere nel latte o nell’acqua al fine di ottenere un prodotto dalla facile somministrazione.

Studi clinici dimostrano che l’assunzione di frullati sostitutivi del pasto arricchiti con proteine, favorisce un più efficace controllo del peso rispetto a diete basate sulla sola riduzione dell’apporto calorico.

Fonte: congresso europeo sull’Obesità di Ginevra (Svizzera) conferenza mondiale della “Obesity society” tenuta a Phoenix (USA).